Sosmoke News

MACERAZIONE FAI DA TE

14 settembre 2017

A PROPOSITO DI MACERATI DA TABACCO!
Gran parte di chi leggerà queste poche righe, specialmente se miei coetanei (quasi 50enni!!!) almeno una volta nella vita s...i saranno imbattuti in un gioco un tempo popolare: il piccolo chimico.
L’idea dell'inventore di questa sorta di “scatola magica” non era sicuramente sbagliata: insegnare attraverso il gioco il perché alcune cose (le reazioni chimiche) avvengono e si svolgono in un determinato modo generando effetti visibili, udibili od odorabili, non era per niente sbagliata. In effetti si poteva spaventare qualcuno in genere la mamma con qualche scoppio inaspettato e qualche soffitto annerito ma alla fine il risultato pedagogico era raggiunto: il neofita “Piccolo Chimico” aveva imparato che il ghiaccio può bruciare come il fuoco oppure che le bollicine contenute nell’acqua gassata erano la manifestazione visiva di un gas disciolto in un liquido: l’anidride carbonica.
Uno degli aspetti fondamentali che distingue la conoscenza scientifica pura dall’applicazione tecnica è che la prima si basa sulla comprensione profonda di un fenomeno usando metodi, siano essi induttivi o deduttivi, per arrivare a conclusioni universalmente valide; faccio notare a proposito due punti chiave:
1) Quel che si studia in modo scientifico non necessariamente può e/o deve essere conosciuto o visibile; basta pensare alla teoria della relatività od alla fisica teorica in generale.
2) Quando si arriva a trarre le conclusioni di una teoria lo si fa valutando sempre tutte le implicazioni e conseguenze che ne derivano siano esse positive o negative.
L’applicazione tecnica invece, a meno che non si voglia andare per tentativi senza preoccuparci troppo di arrecare qualche danno a persone e cose, non può fare a meno della conoscenza scientifica come suo fondamento preliminare.
Dico tutto questo scusandomi magari per la pedanteria che può risultare noiosa, poiché negli ultimi mesi ho assistito al moltiplicarsi del numero di piccoli chimici in circolazione e di questo fenomeno da chimico e da produttore di eliquid sono molto preoccupato.
BandZ come azienda ed io come suo responsabile tecnico scientifico ed ex fumatore, quando abbiamo cominciato a produrre liquidi per sigarette elettroniche, ci siamo dati un regolamento etico basato sul: non dobbiamo nuocere alla salute dei nostri clienti, anzi se possibile di migliorarne la vita. Questo ha imposto delle scelte precise: non utilizzare determinate molecole scientificamente riconosciute pericolose, selezionare materie prime di altissima qualità, verificare le medesime con costose analisi chimiche di controllo al nostro interno se possibile od avvalendoci di laboratori esterni accreditati, investimenti tecnici e molto altro ancora.
Tutto ciò premesso veniamo al dunque: i macerati di tabacco. Girando sul web, nei social network e peggio ancora per negozi di svapo mi sono imbattuto tantissime forse troppe volte in messaggi del tipo: “Liquido eccezionale ottenuto per macerazione; un prodotto naturale!!!!! Un prodotto Naturale ed Organico!!!!!!!!”
Una miriade di svapatori si sono improvvisati chimici e scienziati riversando in rete la propria ricetta di “macerato perfetto”
Per opporci a questa pericolosa disinformazione ed ignoranza noi di BandZ diciamo a gran voce:
ATTENZIONE A QUEL CHE FATE ED A QUELLO CHE SVAPATE!!!!!!!!!!!
Ed ora vi spieghiamo il perché.
La macerazione di per se stessa è una tecnica estrattiva molto utile sia in campo alimentare che farmaceutico; basta pensare ai liquori digestivi che deliziano il nostro palato dopo un abbondante pasto od andando indietro nel tempo ai primi estratti di chinino utili per combattere la malaria. Tutti prodotti ottenuti estraendo per macerazione i principi attivi dalle droghe vegetali.
Fin qui niente di particolarmente grave; il problema si pone se scientificamente analizziamo la non selettività di tale processo estrattivo ed in modo particolare se lo applichiamo al complesso mondo del tabacco. Quest’ultimo infatti contiene al suo interno non solo la nicotina della quale più volte abbiamo parlato e che tutti conoscono ma anche un’altra miriade di sostanze potenzialmente molto pericolose: derivati ciclici, metalli pesanti, isotopi radioattivi, anticrittogamici e fitofarmaci e in ultimo ma non meno importanti i prodotti di conciatura. Questi ultimi in modo particolare sono sostanze che le industrie del tabacco aggiungono ad esso per renderlo aromaticamente più apprezzabile: possono comprendere prodotti naturali come il miele e la vaniglia o particolari molecole chimiche in grado di caratterizzarlo ed in un certo qual modo standardizzarlo per renderlo sempre uguale qualunque sia la sua origine o la stagione del raccolto. L’industria del tabacco tiene molto alla soddisfazione dei propri affezionati clienti!!!!!!!!!!!!
Orbene noi di BandZ abbiamo sottoposto a macerazione un’infinità di campioni di tabacco preoccupandoci però di analizzare con tecniche strumentali fini quelli che erano i componenti riscontrabili nell’e-liquid finale così ottenuto. Ricordiamo ancora una volta che la macerazione non è una estrazione selettiva: questo significa che tutte le sostanze indistintamente passano dal vegetale al solvente/i di estrazione in base alla loro affinità chimica per il solvente medesimo. I risultati sono stati tali (non entro volutamente nel dettaglio perché troppo tecnico e complicato) da indurci a NON IMMETTERE NELLA MANIERA PIU ASSOLUTA TALI LIQUIDI MACERATI SUL MERCATO.
BandZ e la sua consociata Essential (azienda specializzata nella preparazione di aromi ed estratti) mettono a disposizione un reportage fotografico dei propri laboratori a tutti gli svapatori che vogliano rendersi conto di quel che è contenuto all’interno di un Eliquid macerato di tabacco; ci verrebbe quasi voglia di dire: ”se svapate un macerato…….. tanto varrebbe…..che continuaste a fumare!!!”
Noi di BandZ vi invitiamo a riflettere su quanto sopra esposto e considerare che dietro a tanti Piccoli Chimici si possono nascondere Grandi Pericoli.
PS:…dimenticavo di dirvi che filtrare un liquido di macerazione non serve assolutamente a niente se non ad allontanare la parte solida del tabacco. Tutto ciò che è dannoso per la salute è passato nel liquido di estrazione e da esso non è più allontanabile per semplice filtrazione!
…….. Raccomandiamo attenzione e buono svapo a tutti.
Dr. Filippo Zini


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni